• RSS
  • Add To My MSN
  • Add To Windows Live
  • Add To My Yahoo
  • Add To Google

IoT per sviluppatori Microsoft 

Posted by Paolo Patierno Thursday, January 15, 2015 10:29:05 AM
Rate this Content 0 Votes

IoTMicrosoftPodcast

Una delle più grandi iniziative del 2014 è stata sicuramente la nascita di DotNetPodcast, podcast completamente in italiano e dedicato alle tecnologie Microsoft. Gli ospiti sono sempre di altissimo livello e ad inizio anno, ho avuto l’onore di poter registrare una puntata, completamente dedicata all’Internet of Things ed allo sviluppo di soluzioni IoT attraverso il .Net Micro Framework. Ringrazio Roberto Albano, Antonio Giglio e Massimo Bonanni per la fiducia !!

Nel corso del podcast, ho cercato di descrivere in maniera semplice cosa sia un sistema embedded e come siamo abituati a convivere con oggetti di questo tipo quotidianamente. Dalle “cose” si arriva all’Internet delle cose ed alla relativa integrazione con i servizi nel cloud. Per poter permettere a tutti gli sviluppatori .Net un approccio “friendly” a questo mondo, Microsoft offre il.Net Micro Framework per il quale abbiamo a disposizioni numerose board di sviluppo :Netduino (Secret Labs) e le board della famiglia FEZ (GHI Electronics). Nel corso della puntata, ho analizzato l’architettura con relativi vantaggi e svantaggi di questo framework e come sia possibile iniziare a sviluppare (in maniera gratuita a meno dell’acquisto dell’hardware) le proprie “cose” da collegare alla rete.

Curiosi ? Non vi resta che ascoltarmi !  (se vi va)

:-)

M2Mqtt su una Raspberry Pi con il progetto Mono 

Posted by Paolo Patierno Saturday, December 27, 2014 5:52:31 PM
Rate this Content 0 Votes

Un nuovo use case per la libreria M2Mqtt !! La sezione dei case studies sul sito ufficiale si è arricchita con un altro grande esempio !

Jon Gallant, parte del Microsoft IoT maker team, ha scritto un interessantissimo articolo relativamente alla sua “esperienza da maker” con una demo sull’utilizzo del protocollo MQTT su una Raspberry Pi. Jon ha deciso di non utilizzare le librerie native C/C++ ma il linguaggio C# e quindi la libreria M2Mqtt grazie al progetto Mono !

L’articolo descrive tutti i passi per mettere in piedi l’intera demo dall’hardware fino all’installazione di Mono sulla Raspberry Pi ed all’esecuzione della relativa applicazione.

E’ bello vedere un ulteriore esempio di utilizzo del client M2Mqtt…e questa volta in ambiente Linux !

MQTT OASIS 3.1.1 : supporto ufficiale per M2Mqtt e GnatMQ 

Posted by Paolo Patierno Tuesday, December 23, 2014 12:17:00 PM
Rate this Content 0 Votes

oasis_m2mqtt_gnat

Dopo circa un mesetto di lavoro durante il mio tempo libero, è giunto finalmente il momento di rilasciare la nuova versione della libreria M2Mqtt (4.0.0.0) e del corrispondente broker GnatMQ (0.9.3.0 Beta) con il supporto alla specifica MQTT OASIS 3.1.1 (oltre ad una serie di bug fix).

Questa è stata la causa della mia assenza sul blog !

I cambiamenti apportati complessivamente al progetto sono i seguenti :

  • Supporto per entrambe le specifiche, la vecchia 3.1.0 e la nuova OASIS 3.1.1;
  • L’evento MqttMsgDisconnect è esposto solo al broker GnatMQ per poter gestire il messaggio DISCONNECT ricevuto dal client e quindi non è più accessibile dalla classe MqttClient. E’ stato aggiunto il nuovo evento ConnectionClosed che viene sollevato quanto la connessione è chiusa (da uno dei peer). Ovviamente, si tratta di un “breaking change” e ne chiedo scusa …
  • Aggiunta la gestione delle sessioni (con le subscription ed i messaggi in coda con QoS 1 e 2);
  • Il keep alive può essere disabilitato se viene impostato il timeout a zero;
  • Aggiunta la gestione della flag di “session present” nel messaggio di risposta CONNACK con il quale il broker (GnatMQ) avvisa il client che è presente una sua vecchia sessione e che è stata ripristinata (subscription e messaggi in coda);
  • E’ ammesso un client identifier a lunghezza zero. In questo caso il broker (GnatMQ) assegna un client identifier casuale ma è ovvio che non è in grado di gestirne la sessione (il client non è a conoscenza dell’identificativo assegnatogli e non può trasmetterlo al broker in caso di riconnessione);
  • Rimosso il limite di 23 caratteri per il client identifier;
  • E’ possibile impostare la dimensione massima della “inflight queue” in modo che non possano essere inseriti altri messaggi se essa è piena (causa problemi di connessione che non permettono la trasmissione dei pacchetti);
  • Apportati una serie di miglioramenti sul thread di ricezione;
  • Una richiesta di subscription ad un topic può anche essere rifiutata dal broker (GnatMQ) specificando tale errore nel messaggio di SUBACK;

Come sempre ho provveduto ad aggiornare tutti i repositori nei quali potete trovare il mio progetto :

Questo può essere considerato il mio regalo di Natale !

Sorriso

First Preview of .NET Micro Framework SO_DIMM module with on-board “sideshow” co-microcontroller 

Posted by Lorenzo Maiorfi Monday, December 15, 2014 8:07:06 PM
Rate this Content 0 Votes

 

During latest months in Innovactive we’ve been busy working on a brand new (revolutionary?) board targeted to professional applications, primarily for industrial branch. Here you can take a look to a picture showing both sides of the module: on top side (on the left) you can see main STM32F427 microcontroller, while on the bottom side are placed the co-microcontroller (whose main purpose is that of taking care of real-time features, wide-band analog-to-digital conversions and much, much more), Ethernet PHY chip and an SPI flash memory.

Several original features have been introduced in this ambitious module, but no doubt the most substantial are:

  • 2 microcontrollers on same board, with complementary responsibilities:
    • STM32F427 with 256Kb RAM and 2Mb Flash memory, powered by “Mountaineer” porting (purposely developed by amazing Oberon staff!), available also in “Prime” flavor
    • Cypress PSoC5LP, targeted to low-level operations; thanks to its awesome hybrid nature, enforcing an FPGA/CPLD structure surrounding a Cortex-M3 core, its superior support to analog signals management and quality of development toolchain provided by Cypress (including many ready-to-use components libraries that provide access to PSoC countless built-in peripherals, where, for example, any couple of pins can be used as an UART port), this microcontroller is probably the best “sideshow” processor possible for a .NETMF-based solution
    • Intra-board communication bus: the two microcontrollers share roughly ten signal lines, among whom a dedicated 4-wire SPI bus (with master-side on STM32 and slave-side on PSoC) providing high-speed data exchange capabilities
  • Modular form-factor, based on Jedec SO-DIMM 200 pins design
  • Reference “carrier” board, where SO-DIMM module fits through 200 contacts mating connector, containing two USB device connector (one to STM32 primary USB controller, usually configured in order to work as debugging interface for .NETMF-based firmware, and one connected to PSoC acting as a programmable USB device like CDC, HID or Mass-Storage), Ethernet connector (exposing built-in STM32 network controller) and 160 pins (2x80 on both sides) .2 mm socket expansion connectors, whose purpose is that providing docking for “vertical” sideboards designed for specific purposes (e.g. PLC functions, multi-network gateways, building automation controllers, smart-metering, etc.)
  • Availability of JTAG/SWD debugging port of both microcontrollers directly on SO-DIMM board itself. Together with managed (typically USB-based) .NETMF firmware debugging, this will allow 3 (!) simultaneous debugging sessions toward STM32 (both managed and native) and PSoC running code!

Of course, all that has been done thanks to companies that supported us since first envisioning phases, primarily MicroTech (based in Chiusi, Italy), our Swiss friends of Oberon Microsystems and whole Mountaineer Group people: thank you all, guys!

Soon (maybe before the end of this year) we’ll post an hands-on review of NETMF SO-DIMM module, together with its first reference carrier board; so, as they usually say in these cases…stay tuned!

Aggiornare il sistema di sviluppo Netduino 

Posted by Marco Lai Wednesday, December 10, 2014 9:26:00 AM
Rate this Content 0 Votes

Nonostante i pochi aggiornamenti, il progetto .Net Micro framework è ancora vivo e secondo i progettisti nel prossimo futuro avremmo importanti sviluppi della piattaforma, soprattutto considerando l’impegno di Microsoft sul fronte IoT.

Personalmente mi fa piacere avere degli aggiornamenti per questa piattaforma che reputo, nonostante le performance non esaltanti, molto semplice e versatile. Gli ultimi aggiornamenti riguardano la possibilità (finalmente) di utilizzare, come sistema di sviluppo, Visual Studio 2013.
Inoltre Microsoft ha recentemente rilasciato la versione Comunity che rende disponibile una serie di strumenti per lo sviluppo di diverse tipologie di applicazioni, comprese le app per Windows Phone e quelle per la piattaforma Azure.
L’edizione Comunity porta anche la possibilità di installare plug-in, opzione preclusa per le precedenti versioni Express.

Continua a leggere su logicaprogrammabile.it

Page 1 of 46 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 20 > >>